Perché Marciamo

Protestiamo (marciamo) in linea con la tradizione storica della nostra comunità di resistenza alle forme di oppressione perpetrate dalle forze dell’ordine, dagli stati e dalla società, una tradizione di cui la rivolta di Stonewall del 1969 è incarnazione e simbolo.

Protestiamo contro lo sfruttamento della nostra comunità a fine di profitto e contro il “pinkwashing” da parte di aziende e stati, così come già avviene a vari eventi connessi con il Pride nel mondo, compresa la Pride Parade di New York.

Protestiamo contro la transfobia, l’omofobia, la bifobia, il razzismo, il sessismo, la xenophobia, l’intolleranza legata a motivi di appartenenza religiosa, il classismo, l’abilismo, l’audismo, l’ageismo e tutte le altre forme di oppressione e violenza a loro connesse, negli USA e nel mondo.

Protestiamo per porre fine a ogni forma di odio e violenza, individuale ed istituzionale, così come a tutte le politiche di governo che ci privano dei nostri diritti e delle nostre vite, dal Dipartimento di Polizia di New York all’agenzia federale ICE di controllo dell’immigrazione, dai sistemi di incarcerazione di massa a tutte le forme di repressione di stato nel mondo.

Protestiamo in opposizione a tutti gli sforzi che negano i diritti della nostra comunità e che cancellano brutalmente l’esistenza delle persone queer in tutto il mondo.

Protestiamo contro il neoliberalismo negli Stati Uniti e nel mondo così come contro l’ascesa dell’estrema destra, contro la povertà e la disuguaglianza economica, contro le aggressioni militari degli Stati Uniti e contro la minaccia rappresentata dal cambiamento climatico.

Protestiamo per affermare che l’assistenza sanitaria è un diritto delle persone, che comprende sia le terapie per tutte le persone con HIV/AIDS che forti sforzi di prevenzione, per richiedere una fine dello stigma e della criminalizzazione legata all’HIV.

Siamo trans, bisessuali, lesbiche, gay, queer, intersessuali, “due spiriti”, non-binari, gender non-conformi + e alleati.

Protestiamo per celebrare la nostra comunità e la nostra storia, in solidarietà con tutti i gruppi di persone vittime di discriminazione e per richiedere giustizia sociale ed economica in tutto il mondo – protestiamo per la nostra liberazione!

SIAMO TRANS, BISESSUALI, LESBICHE, GAY, QUEER, INTERSESSUALI, DUE SPIRITI, NON-BINARI, GENDER NON-CONFORMI + E ALLEATI

PROTESTIAMO

RICHIEDIAMO GIUSTIZIA SOCIALE ED ECONOMICA IN TUTTO IL MONDO

RESISTENZA

SOLIDARIETÀ

LIBERAZIONE

EREDITÀ STORICA

IL 50° ANNIVERSARIO DI STONEWALL

A LIVELLO LOCALE

A LIVELLO INTERNAZIONALE

A LIVELLO GLOBALE

RECLAIM PRIDE

THE QUEER LIBERATION MARCH AND RALLY

DOMENICA, 30 GIUGNO

NEW YORK

NIENTE GRANDI AZIENDE

NIENTE FORZE DELL’ORDINE

NIENTE STRONZATE